24 Settembre 2020
la nostra storia
percorso: Home

la nostra storia

FOTO STORICHE

Le foto storiche che ci giungono da tifosi e simpatizzanti


questa foto per gentile concessione di Rocco De Virgilio
(in foto)

FOTO STORICHE

Questa foto, per gentile concessione di Rocco De Virgilio, si nota Rocco che ostruisce Girone.

FOTO STORICHE

Foto inviate da alcuni "Veterani"

Giovanni Monna (terzino sinistro), Enzo Bagnulo (Portiere), Pino D´aversa (attaccante), Giovanni Quartulli (difensore), Giuseppe Locorotondo (difensore detto "Beckembauer"), Gianni Monna (attaccante).

per gentile concessione di Michele Caccetta

Michele Caccetta

per gentile concessione di Michele Caccetta

Michele Caccetta

La costituzione dell´ AS Carovigno Calcio

Associazione Sportiva Carovigno Calcio

La Storia

L´ Associazione Sportiva Carovigno Calcio si è costituita nel Giugno 2001, attraverso la fusione di due società calcistiche locali: la Polisportiva Carovigno di Cosimo TAMBORRINO presieduta da Domenico MELPIGNANO, e l´Associazione Sportiva Carovignese di Giuseppe Lotti.

Il compito dei tre dirigenti non è stato dei più semplici. Era di vitale importanza costituire la nuova società con l´aggregazione di nuovi soci che potessero, oltre che offrire un sostegno economico, rendere il team affiatato e motivato, consentendo una corretta e sana gestione delle attività sociali, garantendone così la continuità.
Successivamente furono avvicinate tutte quelle persone che a vario titolo seguivano il calcio carovignese con passione, in particolare il Mar. Pasquale Valente, Michele Lanzillotti, Angelo IAIA, Dino Semeraro e che insieme al altri esponenti hanno dato inizio al progetto sportivo, creando un´associazione che ha avuto l´arduo compito di far decollare tale progetto.
I risultati sono stati già dal primo anno sorprendenti, L´AS Carovigno Calcio dopo un anno calcistico di grandi soddisfazioni, grazie alla compagine societaria ben riuscita e l´amalgama che si era creato tra tutti, viene promosso per la prima volta nella storia carovignese nel torneo di ECCELLENZA Pugliese, portando così il nome di Carovigno ai massimi vertici dello sport dilettantistico regionale.

Nella foto la squadra che ha portato il Carovigno Calcio in ECCELLENZA Pugliese

I FONDATORI e i Presidenti

La Polisportiva Carovigno nasce nel lontano 4 maggio 1949 grazie alla passione e all'impegno di due illustri carovignesi, il Dott. Gigetto Colucci e il Dott. Michele Pagliara. (nella foto). Secondo le testimonianze dell'epoca riportati in alcuni documenti storici, il Carovigno fù fondato in occasione della tragedia aerea avvenuta al Grande Torino a cui fu dedicata la via che costeggia il Campo Comunale, via Caduti di Superga, che è ancora l'attuale indirizzo della società rossoblù.
I colori sociali erano il bianco e il celeste, colori che rivestivano il Comunale carovignese dando alla intera cittadina di Carovigno la passione per lo sport più bello del mondo.
Successivamente i fondatori furono affiancati da altri nomi di spicco del mondo sportivo locale, alcuni di loro divennero presidenti, tra questi si ricordano il Rag. Gregorio Filomena, Odorisio Tateo, Giuseppe Annicchiarico, Domenico Brandi, Giuseppe Valente, Damiano Saponaro, Luigino Pagliara, Cosimo Tamborrino, Enrico Greco, Mimmo Mele, sino ad arrivare ai giorni nostri. Ultimo presidente della Polisportiva Carovigno è stato Domenico Melpignano nell'anno 1999.
La polisportiva Carovigno ha sempre militato in questi periodi nelle classifiche dei dilettanti pugliesi.
Nell'anno 2000, alla fusione delle due società sportive AS Carovignese del presidente Francesco LOTTI e Polisportiva Carovigno, nasce l' AS Carovigno Calcio del presidente Angelo IAIA con il quale il Carovigno Calcio entra nella storia dello sport locale con la promozione in ECCELLENZA Pugliese. Allenatore all'epoca della promozione era mister Mino Marangio. Successivamente la squadra fu affidata a mister Salvatore Giaquinto per un breve periodo e successivamente a mister Angelo Scarongella.
Si susseguono i presidenti Francesco Lotti, Giuseppe Annicchiarico e Pasquale Valente affiancati dagli allenatori Rino Massaro, Marcello Prima e Giovanni Monna.
Dal campionato 2007 fino a giugno 2009 il Direttore Generale è Cosimo Tamborrino con il susseguirsi alla carica di presidente Michele Lanzilotti e Domenico Melpignano..
Giuseppe Brandi diventa Presidente dal settembre 2009, coadiuvato dal vice presidente Pasquale Valente. Giuseppe Brandi resta presidente sino a Luglio 2011, successivamente viene eletto Presidente Umberto Gioia, Roberto per gli amici, che resterà alla guida del Carovigno Calcio sino al 23 luglio 2012. Dopo la sofferta salvezza ai playout, grazie ad un clamoroso gol a tempo scaduto, il Carovigno Calcio disputerà ancora il campionato di Promozione. Dal 23 luglio il presidente dell' Associazione diventa Francesco LOTTI, detto Peppino. Il Carovigno Calcio alla guida di Francesco LOTTI con Umberto GIOIA e Pasquale VALENTE disputano un esaltante campionato di Promozione. I rossoblù sono guidati da mister Giovanni MONNA e ottengono un buon 5 posto nella classifica finale. Il 2013 anno in cui la FIGC pugliese decide di non disputare i playoff.
Dal 23 luglio 2013 il presidente del Carovigno Calcio diventa l'imprenditore Giuseppe GRECO, coadiuvato dal vice presidente Giuseppe ANNICCHIARICO e dal Segretario Pasquale VALENTE sino a Novembre 2013. Successivamente la presidenza del sodalizio carovignese è affidata a Francesco ZITO coadiuvato dal vice Giuseppe Annicchiarico, Francesco Lotti e Pasquale Valente. Tra i dirigenti appaiono Angelo Colella e il compianto Dino Semeraro. Il campionato 2013-14 si conclude con una tranquilla salvezza raggiunta già a metà campionato sotto la guida tecnica di mister Giovanni Monna.
Il campionato 2014-2015 e 2015-2016 è ancora Francesco Zito presidente, la guida tecnica della squadra è ancora affidata a mister Giovanni MONNA sino a dicembre 2015. Successivamente le redini della squadra vengono affidate a mister Gioanni DE NITTO coadiuvato dal DS Vincenzo Pulpito. La squadra in un avvincente match spareggio nei playout in casa del Racale conquista la salvezza e resta ancora in Promozione.
Il campionato 2016/2017 inizia con un forte sodalizio societario e si pensa all'allestimente di una buona squadra. La fattiva collaborazione del DS Cosimo Tamborrino porta calciatori di spicco nelle file rossoblù. In effetti i primi match vede un Carovigno vittorioso e conquista subito le prime posizioni. Il buon gioco non dura in eterno, nel periodo di novembre 2016 la squadra ha un calo notevole e la società carovignese corre ai ripari sostituendo l'allenatore Giovanni De Nitto con una vecchia gloria del Carovigno, Francesco Tasco. Le difficoltà per la ripresa sono molte, ma l'accanimento del nuovo mister e quella dei calciatori che, consapovoli che la posta in gioco era alta, portano il Carovigno alla salvezza con l'anticipo di una giornata evitando questa volta la disputa dei play out. In società restano, oltre al presidente Francesco Zito, Michele Lanzilotti, Pasquale Valente, Giovanni Saponaro, Francesco Lotti, Dino Semeraro, Angelo Colella, Daniele Barletta e Francesco Laruccia
Il Campionato 2017/2018 conferma la dirigenza composta da Francesco Zito, Michele Lanzilotti, Pasquale Valente, Giovanni Saponaro, Dino Semeraro, Daniele Barletta, Francesco Laruccia. e molti calciatori della passata stagione. La guida tecnica della squadra viene affidata per la prima volta a mister Giuseppe Vignola. Il campionato è difficile e avvincente, la squadra raggiunge una salvezza matematica a poche giornate dalla fine del campionato salvaguardando il titolo della città della Nzegna ancora nel campionato cadetto della regione. Il giorno 1 aprile 2018 un grave lutto colpisce l'intera comunità sportiva carovignese, scompare a causa di un arresto cardiaco, il dirigente storico del Carovigno Calcio Dino Semeraro, militante nell'Associazione Sportiva da oltre 30 anni. La prematura scomparsa di Dino lascia un vuoto incolmabile in seno alla società, e la salvezza ottenuta è stata dedicata alla sua memoria.
l'anno 2018/2019 il presidente si conferma Francesco Zito, coadiuvato dai dirigenti Michele Lanzilotti, Pasquale Valente, Giovanni Saponaro, Daniele Barletta e Francesco Larucci. Si affaccia nel roster dirigenziale per la prima volta il Direttore Sportivo Giuseppe Greco, ex attaccante del Carovigno. Alla guida tecnica della squadra c'è Giuseppe Vignola. Il Carovigno disputa un buon campionato e ottiene la salvezza restando sempre in Promozione.
Il campionato 2019/2020 è stato tribolato da numerosi eventi negativi che hanno messo in difficoltà l'intera società. Alla presidenza del sodalizio carovignese c'è Giovanni Cesario coadiuvato da Michele Lanzilotti, Pasquale Valente, Giovanni Saponaro, Daniele Barletta e Francesco Larucci. Il DS si conferma Giuseppe Greco. Alla guida tecnica viene nominato Ivan Termite, storico portiere rossoblù. La squadra non decolla come dovrebbe nonostante un team di calciatori di spicco. A marzo 2020 l'epidemia del COVID ferma i campionati e la classifica finale vede il Carovigno in penultima posizione. Le classifiche vengono congelate ma la federazione decide che a causa dell'emergenza sanitaria non ci sarà nessuna retrocessione. Il Carovigno lascia il titolo ancora in Promozione pugliese.
Il 4 agosto 2020 il Carovigno Calcio rinuncia a iscrivere la squadra al campionato di Promozione e si scioglie
Il 5 agosto 2020 nasce l' ASD RF CAROVIGNO 1949 e prende le redini del calcio carovignese iscrivendo la squadra per la prima volta nel campionato di 2à Categoria.



LE FOTO STORICHE DEL CAROVIGNO CALCIO

Queste alcune immagini storiche delle squadre del Carovigno Calcio.
Chiunque abbia notizie certe sui personaggi raffigurati in foto può segnalarlo all´indirizzo email info@ascarovigno.it. I dati saranno pubblicati per ogni foto con l´inserimento del nominativo che fornisce le informazioni.
Grazie a tutti per la collaborazione.

Carovigno - Melendugno vinta per 3 a 0 nell´anno 1974-1975.

Salvatore Stozzo si è riconosciuto in questa foto storica e ci ha inviato una email con tutti i dati storici.

Io sono il capitano della squadra.
Gli altri atleti che segnalo sono:
in piedi da sx CRETI´ - MARTUCCI - ARSENIO - EPIFANI - CALABRETTI D. - L´ABBATE - LOTTI
accosciati da sx STOZZO - CAMPO - CALEFATI - SALVI - il massaggiatore Gentile.

Il piccolo è il figlio della´allorea tesoriere Rag. Saponaro.

Saluti affettuosi Salvatore Stozzo

FOTO STORICHE

.

FOTO STORICHE

.

FOTO STORICHE

.

FOTO STORICHE

.

FOTO STORICHE

.

FOTO STORICHE

.

FOTO STORICHE

.

FOTO STORICHE

.

FOTO STORICHE

chi sono?

La squadra vincente 2007-2008

Campionato di Prima Categoria Pugliese
La squadra che ha vinto il campionato accedendo alla categoria della Promozione Pugliese.

Una testimonianza storica che cita il Carovigno nel 1943

Eccezionale testimonianza di un calciatore dell´epoca militante nel Conversano,Andrea Fortunato. Secondo la testimonianza il Carovigno esisteva già nel lontano 1943 durante il conflitto della seconda guerra mondiale e si contendeva lo scudetto.


Andrea Fortunato aveva 17 anni quando prese parte a quel torneo disputato sotto le bombe

Conversano è sempre più vicina a essere la città del tricolore calcistico più che della ciliegia ferrovia. C´è un nuovo testimone dello scudetto della stagione ´43-´44 di cui da tempo il comune del sud-est barese rivendica l´assegnazione. Andrea Fortunato aveva 17 anni quando prese parte a quel torneo disputato sotto le bombe. In un´Italia spezzata in due dalla linea gotica, nonostante la sospensione del campionato ufficiale dopo l´armistizio dell´8 settembre, si continuò a giocare in due metà campo: a Nord il torneo dell´Alta Italia, a Sud quello dell´Italia libera.

L´oggi ultraottantenne Fortunato militava allora nelle file del Gruppo sportivo aziendale «Semeraro» di Castellaneta. «La sorte vuole che partecipai come riserva all´incontro di calcio svoltosi sul campo del Conversano, cozzando contro una difesa di ferro composta dal portiere Costagliola, dai terzini Rispoli e Ponzanibbio, dai mediani Fusco, Mancino e Orlando». Così scrive l´ex giocatore in una lettera indirizzata al sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio e al presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete. Putignano, Maglie, Galatina, Squinzano e Carovigno sono tra le squadre che secondo Fortunato contesero al Conversano il tricolore. «Sulla fascia sinistra quella squadra era un rullo compressore», ricorda l´interessato che viaggiò per la trasferta sul camion della ditta insieme ai pacchi di pasta. Quest´ultima testimonianza, che si somma a quelle fin qui raccolte, ha fornito l´assist a Lovascio per scrivere una seconda volta ad Abete sollecitando un pressing sulla commissione di indagine nominata a giugno. «E´ un fatto di giustizia - dice il primo cittadino -. Il ricordo del signore di Castellaneta dimostra che fu un titolo molto combattuto». Il fischio d´inizio di questa lunga partita burocratica è stato dato a luglio, quando la commissione si è riunita per la prima volta. In quella sede è stato deciso di aprire un´istruttoria approfondita attraverso ricerche nell´archivio storico della «Gazzetta del Mezzogiorno», il giornale regionale dell´epoca, e nel Museo del calcio di Coverciano. Ad oggi non è stata trovata nessuna fonte giornalistica coeva che documenti l´impresa dell´undici conversanese.


Solo il «Corriere dello Sport» del 22 luglio ´44 accenna al campionato meridionale come ad una «competizione di alto equilibrio»; la squadra di Peppino Laruccia, che «vinse meritatamente» la Coppa Puglia, è inserita tra gli «autentici squadroni». Una prima della classe zeppa di campioni come il tarantino Leonardo Costagliola, che difese le porte di Bari e Fiorentina e vestì la maglia azzurra al mondiale di Berna nel ´54. Della mitica «pantera nera» è saltata fuori dagli archivi di Telenorba un´inedita intervista risalente a pochi mesi prima della morte, avvenuta nel marzo 2008, in cui si ricordano alcuni calciatori baresi che confluirono nel Conversano. Riconoscere il titolo di campione d´Italia alla città dei Conti è come cucire un pezzo di scudetto anche sulle maglie dei «galletti». Nel Conversano giocava mezza Bari. Lo stadio delle Vittorie era occupato dalle truppe alleate. Ai grandi club la Figc impose uno stop. Ma i giocatori pur di non appendere le scarpe al chiodo, si riciclarono in squadre minori, anche per sfuggire alla leva.

LE FOTO STORICHE DEI TIFOSI

Per gentile concessione di Mariolino Di Latte

in piedi.betteghino,toruccio lanzilotti,peppino la penna,maraschio bruno,enzuccio saponaro,prete antonio.in ginocchio.franco lofino,mimmo de cillis,pinuccieddu brandi,antonio convertini,stefano convertini

LE FOTO STORICHE DEI TIFOSI

Per gentile concessione di Mariolino Di Latte

in piedi.martino giuseppe,giacinto marraffa,gino de vita,natale oronzo,pinuccieddu brandi,giovanni monna,pietro bagnulo,fedele locorotondo,domenico calabretti.in ginocchio,marseglia,tonino marraffa,vito santo,enzo melone,pasquale libbricchio,betteghino,mimmo de cillis

LE FOTO STORICHE DEI TIFOSI

Per gentile concessione di Mariolino Di Latte

Pietrino marraffa,domenico calabretti,vito santacroce,cosimo carparelli,natale oronzo,michele lanzilotti,brandi giuseppe,aldo de cillis.in ginocchio.vittorio quartulli,tonino pisciotta,franco anacleto,marcello prima,michele di giuseppe,cenzino tateo

LE FOTO STORICHE DEI TIFOSI

Per gentile concessione di Mariolino Di Latte

In piedi.tonino marraffa,nicola santoro,stefano convertini,marzio luca,antonio giannotti,il grande lotti.in ginocchio.franco lofino,palmiro togliatti,toruccio istrice,betteghino,enzo mele

LE FOTO STORICHE DEI TIFOSI

Per gentile concessione di Mariolino Di Latte

In piedi-mimino carlucci,natale oronzo,stefano convertini,vincenzo trinchera,antonio convertini,franco apruzzi,tonino marraffa,grande lotti,cenzino lu stuertu,in ginocchio.angelo martino,mister di latte mariolino,franco lofino,giovanni iaia,betteghino,giovanni monna,toruccio lanzilotti.

REPERTORIO ARTICOLI STAMPA

Un grazie particolare a...
[]
[]
documenti
[]
PROTOCOLLO FIGC NORME COVID-19
invia ad un amico [stampa]] [facebook]
[]
VADEMECUM COVID 19 FIGC PUGLIA
invia ad un amico [stampa]] [facebook]
[]
CODICE DI COMPORTAMENTO SPORTIVO
invia ad un amico [stampa]] [facebook]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Trattamento dati - informativa sulla privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Trattamento dati - informativa sulla privacy  obbligatorio